11 agosto 2009

Kailia Footwear

Kailia Footwear: Dove l'estetica incontra l'etica

Possiamo aggiungere un nome alla lista dei marchi 100% etici, dalla scorsa primavera la collezione Kailia è interamente vegan, quindi c'è in giro un marchio sinonimo di cruelty-free in più! Specifichiamo che nella prima collezione dell'autunno 08 alcuni modelli avevano le suole in cuoio riciclato, quindi attenzione, su qualche sito potreste ancora trovare in vendita dei vecchi modelli non totalmente etici: Bella, Nobilia, Gloria, Amore.

Dietro Kailia c'è Nancy Dong - designer originaria di Taiwan che oggi vive tra l'Italia e gli States - con la collaborazione di Carlotta Fiorini. Nancy, vegetariana in passato e ora vegana, è una veterana nel settore calzaturiero, ha infatti disegnato scarpe per brand noti come Charmoné. La produzione è artigianale e made in Europe, vengono usate colle a base acquosa e materiali il più possibile eco-compatibili. In futuro potrebbe arrivare anche qualche modello da uomo, naturalmente vi terremo informati.

Le scarpe sono reperibili in Italia da:

Uomini e Uomini - Via Del Pratello, 5A Bologna - Tel: 051 267 013
IviArt - Viale Dante Alighieri 17/19 - 48016 Milano Marittima - Tel: 054 497 4022

Ancora non sono acquistabili direttamente da Kailia ma sono comunque accessibili online su vari siti esteri, vi segnaliamo in particolare la Vegan Boutique inglese - Neon Collective - che spedisce più o meno ovunque, e chiaramente le spese di spedizione per l'Italia sono decisamente inferiori rispetto agli States anche perchè non ci sono tasse doganali aggiuntive. Per un paio di scarpe il costo è di solo £9.00 circa, e siete in UK... le spese si dimezzano!

Presentiamo un paio di modelli ancora adatti alla stagione:


L'infradito con tacco si chiama GRAZIA, e viene £160.00


Il sandalo DIVINITA, basso, chic e leggero, viene £150.00


L'allacciatura alla caviglia è in sari vintage originale proveniente dall'India, tranquille però, niente seta...è in cotone e viscosa con fili metallici. Al momento sono disponibili anche altre due varianti di sari per l'allaciatura, le trovate qui.

P.S. News interessanti su Kailia, cliccare qui

8 commenti:

  1. ciao, avevo già provato a postare un commento ma forse ho fatto un pasticcio... se è doppio cancellatelo pure!!
    il modello Divinita mi piace molto... però guardando il sito del produttore mi è venuto un dubbio sul cuoio rigenerato / riciclato che è presente in alcuni modelli (es. Gloria). ho cercato un po' sul web per saperne di più e non ho trovato molto, ma da quel che ho capito sono scarti delle concerie tritati e mescolati con altre sostanze. insomma, ho dei dubbi sul fatto che questo materiale sia da considerare completamente cruelty free: non si traduce in un guadagno ulteriore per l'industria dl cuoio, che in questo modo riesce a guadagnare anche sugli scarti? mi piacerebbe sapere che ne pensate!
    a presto

    RispondiElimina
  2. Ciao Paola, stai tranquilla non hai fatto alcun pasticcio!:)

    Senti per le scarpe Kailia nel sito è ben specificato che da primavera 09 sono tutte vegan! Nella vecchia collezione ce ne erano ANCHE con la suola in cuoio riciclato, quindi qualcosa come le Gloria che appunto non sono 100% cruelty-free, in rete si può ancora trovare....ma se acquisti da qualche vegan store non c'è pericolo di confusione, il bello di quel tipo di negozi è proprio quello di non doversi preoccupare delle etichette...le Divinita infatti le trovi su Neon Collective che vende SOLO articoli 100% cruelty-free!

    Aggiungo subito una nota nel post, così la questione è più chiara per tutti!!! Grazie!!!

    Ah, pensi che potremmo promuovere le suole in cuoio...seppur riciclato e senza cromo??? Non esiste proprio!

    RispondiElimina
  3. no, no, scusate, non intendevo dare la colpa a voi!!
    non mi sono spiegata bene...semplicemente volevo porre la questione del cuoio rigenerato perchè molti rivenditori lo spacciano per "ecologico" quindi può trarre in inganno le persone che pensano che, siccome è riciclato, allora non è come comprare il cuoio "vero"...non avevo fatto caso alla specificazione sul sito di Kailia, comunque la mia era un'osservazione più generale. mi è capitato spesso di trovare questo materiale in giro e non ho mai saputo bene come andava considerato.
    lungi da me mettere in dubbio la vostra competenza, anzi semmai vi scrivevo per avere ulteriori lumi !! :-)

    RispondiElimina
  4. Ma no Paola, scusa di che?!

    In generale più occhi controllano e meglio è, potrebbe sempre sfuggire qualcosa...anche a noi!:)

    Volendo essere "pignole" si può anche dire che il cuoio riciclato possa essere considerato più ecologico rispetto a quello nuovo...o per meglio dire - meno peggio - ma eticamente parlando resta sempre pelle animale quindi per "noi" non fa alcuna differenza, giusto???

    Poi chiaramente ognuno decide per sè!

    RispondiElimina
  5. vorrei comprarlo alla mia ragazza cosa mi consigliate?

    RispondiElimina
  6. Ciao, dacci maggiori info così possiamo consigliarti al meglio!

    RispondiElimina
  7. ciao tutti, sono nancy, la stilista di Kailia. Il modello Divinita e completamente vegano. Il discorso di cuoio rigenerato era quando ho fatto la prima stagione, pensando che sono il cuoio senza cromo e ricuperato dalle fabriche (scarti). Ero su il discorso di ricupero.
    Pero, adesso con il nuovo scoperto che la causa principale di Global Warming e l'allevamento intensivo, anche cuoio ricilato non va bene per niente.
    Quindi, aparte di Bella, Nobilia, Gloria & Amore, il resto di Kailia modelli sono 100% Vegano.
    Grazie per il vostri interessi sul il argomento. e molto valido & mi fa molto piacere che ci sono i consumatori chi guarda sta cosa. Bravi!!!

    RispondiElimina
  8. Hi Nancy, welcome! Many thanks for your comment and, once again, best compliments for your collection!!!!

    RispondiElimina