16 novembre 2011

Testati da voi: desert boots by Camminaleggero

Alessandro, nostro amico di lunga data, ci segnala questo suo acquisto finalmente in un negozio su strada e non on line fatto nella sua città, Torino.
Qualcosa comincia a muoversi, cari lettori, che bello poter trovare scarpe etiche di qualità in negozi su strada e potersele comodamente provare prima di acquistare!
Il negozio in questione si chiama Govinda e come dicevamo si trova a Torino, in corso Regina 440.
Si tratta delle "Grease" di Camminaleggero, un paio di polacchini che sembrano fatti di una sorta di cuoio liscio, così da renderli utilizzabili anche quando piove. Il prezzo è di 120€ e se vi sembrano troppi, non avete mai messo ai vostri piedi un paio di calzature Camminaleggero! Sono prodotte in materiali davvero all'avanguardia, resistenti, traspiranti e duraturi, una qualità che ha pochi eguali secondo gli standard da noi testati in anni di acquisti etici.
Si tratta di una spesa che si ammortizza col tempo e che garantisce appunto una qualità superiore alla media.


Ci scrive Alessandro: "Conosco altre persone che le indossano ormai da anni e hanno proprio una bella durata. Sono veramente comode così come mi aveva detto il negoziante. Questo modello dovrebbe essere di una collezione precedente perché ora, sul sito di Camminaleggero, quelle da uomo sono solo a pianta più larga...E finalmente la Camminaleggero si possono acquistare online, era ora. Le consiglio a tutti, sono belle comode, etiche e Italiane!"




Ci segnalano che le Camminaleggero sono in vendita anche qui:

VESTETICA ECO-WORKSHOP
Via della Basilica 1, 10122 Torino (zona Duomo, a 5 min. da Piazza Castello) 

6 commenti:

  1. Ringrazio Stiletico e Alessandro per il bel commento. Specifico che la vendita online è un compromesso che ci permette di lavorare mantenendo la logica di una produzione basata sulla qualità, che poco si sposa con i dettami del consumo di massa e delle politiche commerciali del ricarico spesso troppo alto applicato dai distributori. Le produzioni artigiane realizzate con manifattura italiana e materiali di pregio fanno fatica ad inserirsi nel mercato tradizionale della grande distribuzione! I consumatori attenti e critici lo sanno e questo aiuta aziende come noi a giustificare scelte impegnative. Grazie ancora Ale e Ariella! Carolina Pini per CamminaLeggero

    RispondiElimina
  2. Grazie ad Alessandro!! =)

    Peccato non avere negozi fisici in zona Milano per poterle provare sul posto...

    Si potrebbero avere altre informazioni sulla calzata rispetto alle taglie di altre marche?
    Ampia, ridotta...
    (probabilmente è normale, altrimenti lo avrebbe scritto, ma sempre meglio chiedere no?) =)

    Grazie, saluti!!

    RispondiElimina
  3. hai ragione Gabriele, passiamo subito la domanda ad Alessandro!

    RispondiElimina
  4. Ciao Gabriele, sì anche noi pensiamo che la calzata di questo modello sia normale perchè Alessandro avrebbe senz'altro avvisato del contrario.
    Aspettiamo conferma da lui ma in realtà il modello era già stato recencito segnalando appunto, calzata regolare:

    http://www.stiletico.com/2010/05/testati-da-voi-desert-boot-di.html

    Certo la nuova versione è a pianta larga, come giustamente faceva notare Alessandro, ma per logica dovrebbero essere solo più comode in larghezza..comunque chiedi a Camminaleggero per i rivenditori perchè in passato ce ne erano un paio anche a Milano:

    http://www.stiletico.com/2010/11/rivenditori-camminaleggero.html

    E se fai acquisti..naturalmente mandaci la recensione!;)

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutte/i,
    le Camminaleggero hanno una calzata standard, più grande a parità di numero rispetto ai marchi stranieri, per es. le scarpe sportive o vegetarian shoes. DI queste ultime porto sempre il 46 e mi va giusto, le Camminaleggero sono più abbondanti ma non tali da prendere un numero in meno. Quindi, almeno per quelle da uomo, consiglio di ordinare il vostro numero abituale

    Ale

    RispondiElimina