9 marzo 2014

Comprare dagli States

L'offerta di abbigliamento e accessori cruelty free si fa sempre più ricca e interessante nel nostro Paese e negli shop on line europei, ma resta vero che negli Stati Uniti ci sono tantissimi brand e negozi vegan da cui è possibile ordinare e che è facile imbattersi in qualche capo o borsa o paio di scarpe che non è disponibile dalle nostre parti e a cui a volte non si riesce a resistere, magari perché sono proprio quello che si cercava.
I deterrenti all'acquisto di oltreoceano sono ovviamente la spedizione, in termini di costo (ma dipende dal volume e dal peso di quello che si ordina), tempi di consegna e rischio che il pacco vada perso, e ancora di più le spese di dogana, un ulteriore esborso che a volte rende troppo oneroso l'acquisto, anche se non necessariamente. In ogni caso, prima di ordinare, o di rinunciare, è importante avere un'idea più precisa del loro ammontare.


Mettendo insieme le informazioni disponibili sul sito di Poste Italiane e quelle fornite dagli uffici della dogana, abbiamo ricostruito come vengono calcolate le somme da pagare al corriere o al postino.
Per abbigliamento e accessori, se il valore dei prodotti acquistati, riportato sula bolla esterna, è fino a 22,00 € il pacco viene consegnato senza ulteriori esborsi. Per beni del valore da 22,01 a 150,00 € si pagano 5,50 € di spese postali fisse per la procedura di sdoganamento e l'iva pari al 22%. Quando si superano i 150 € si deve aggiungere anche il dazio doganale, pari al 12%. Oltre i 1000 €, infine, raddoppiano le spese di sdoganamento.

Quindi:
  • 0,00 - 22,00 €: niente
  • 22,01 - 150,00 €: 5,50 € spese postali + 22% iva
  • 150,01 - 1000,00 €:  5,50 € spese postali + 22% iva + 12% dazio
  • da 1000,01 €: 11 € spese postali + 22% iva + 12% dazio

Fate riferimento a questo specchietto quando adocchiate qualche possibile nuovo acquisto da siti oltreoceano!

AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2017
Prima di ordinare conviene verificare, attraverso le informazioni presenti sul sito o contattando il servizio clienti, tramite cosa viene spedito il pacco. Quando vengono usati corrieri diversi da USPS (che viene poi gestito in Italia da PosteItaliane/SDA) la consegna è più veloce ma si paga purtroppo di più alla consegna. A noi è capitato con FedEx e DHL: vengono conteggiate le commissioni per sbrigare le pratiche doganali e quindi il totale lievita. Alcune aziende ci hanno risposto che si tratta di corrieri più affidabili rispetto ad USPS in termini di pacchi andati persi. Da Gunas ci hanno proposto di far sapere loro con una nota nei commenti se si preferisce che l'ordine venga spedito tramite USPS altrimenti di default arriva tramite DHL. Ognuno ovviamente fa le sue valutazioni su quanto vuole e può spendere, ma è comunque un aspetto da tenere a mente, anche per evitare brutte sorprese alla consegna.

 
 

Nessun commento:

Posta un commento