23 luglio 2015

Idee creative: proviamo a salvare un paio di sandali?!

Che fare se i listelli in similpelle iniziano a screpolarsi, ma il resto del sandalo è ancora in ottime condizioni? Prima di buttare via i sandali, o di spendere un capitale dal calzolaio (sempre a messo che se ne trovi uno che usi materiali e colle vegan), proviamo a salvarli con piccoli rimedi casalinghi. Abbiamo fatto questo primo esperimento proprio di recente e il risultato è stato discreto, ve lo proponiamo come suggerimento per future necessità!
Per prima cosa conviene allestire un tavolo da lavoro dove poter raccogliere comodamente il materiale di scarto, e poi si inizia a grattare delicatamente - noi abbiamo usato le unghie - listello per listello in modo da rimuovere totalmente il rivestimento del "pellame".

Nel nostro caso è emerso un bel tessutino scomosciato, grigio scuro, ed esteticamente ci piaceva quasi più della similpelle originale, però stingeva terribilmente quindi un nuovo rivestimento si è reso indispensabile (ovviamente può non essere necessario se si è fortunate con il colore).
Per il nuovo look abbiamo optato per una semplice fettuccia in cotone elasticizzato, ma la scelta di materiali e colori è ampissima. Di nastri e fettucce in tessuti animal-friendly ce ne sono davvero per tutti i gusti e si trovano facilmente in mercerie e dintorni, ed eventualmente sono reperibili anche online. Nello specifico è comunque preferibile toccare con mano per capire se il tessuto può essere adatto allo scopo... un nastro troppo rigido non sarebbe adatto, per esempio.
I listelli li abbiamo ricoperti arrotolando la fettuccia in quanto era la procedura più semplice e rapida, e l'effetto finale era più "ricco". Naturalmente bisogna poi cucire le due estremità per fissare bene il tessuto.
Per il cinturino alla caviglia preferivano un aspetto liscio e si sono allungati un po' i tempi. Abbiamo avvolto la fettuccia in modo che l'aspetto finale risultasse piatto. Ecco qui passo per passo:
A lavoro ultimato, una volta individuato il buco giusto sul cinturino, è consigliato creargli intorno una sorta di piccola asola di rinforzo.

In conclusione, con un po' di pazienda e una spesa irrisoria si può allungare la vita di un sandalo, vale la pena provare, che ne dite? Ricordiamo dunque l'occorente: ago, filo, spille, forbici, nastri o fettucce a piacimento.

Nessun commento:

Posta un commento