10 luglio 2017

Testati da StilEtico: HFS Collective, "marsupio" sì ma di classe!

Che il "marsupio" fosse uno dei trend di stagione lo abbiamo scoperto (non importava, ma neanche fa male)  dopo aver ricevuto la Quilted Pocket Bum Bag di HFS Collective, nuovo nome di Hipsters for Sisters: un motivo in più per recensire questo gioiellino che comunque non esprime un trend ma un modo di vivere, ed è fatto per durare nel tempo. La versione trapuntata, presa in saldo, è esaurita ma basta un'occhiata al catalogo per trovare un nuovo oggetto del desiderio, o meglio sicuramente più di uno!
 
HFS Collective è un brand completamente e intenzionalmente vegan, con un forte impegno verso una produzione etica e sostenibile in ogni aspetto. E decisamente femminile.
Dietro ci sono Debra e Rachel Denniston, madre e figlia, che hanno dato modernità e stile ad un accessorio bistrattato perchè troppo spesso inguardabile. Il desiderio di tornare al senso di libertà che Debra si era goduta per anni, prima di tornare alla borsa spaziosa "di ordinanza", ha portato alla nascita di un prodotto funzionale ma anche chic. Qualcosa di davvero unico, che ci ha subito conquistate dal lato estetico e per tutto quello che è alla base del brand.

I materiali utilizzati derivano da riciclo o riuso (come la nuova collezione vintage in denim stampato) o sono a basso impatto ambientale come canapa, sughero, "vegan leather" di qualità premium, in poliuretano, e cotone bio per il rivestimento interno e le "dust bag" dove riporre le borse. In autunno verrà introdotto anche il Piñatex.
La produzione avviene interamente a Los Angeles e viene seguita personalmente nelle varie fasi, coltivando con cura i rapporti con la piccola ditta che se ne occupa e con i suoi dipendenti.
Parte integrante della filosofia e dello scopo del brand è aiutare organizzazioni benefiche impegnate nella tutela del futuro delle donne, del pianeta e di tutti gli animali, a cui viene donato il 2% del prezzo di vendita di ogni prodotto.
 
Questo modello si chiama Pocket Bum Bag (l'altro è a forma di borsetta, e si può portare anche a tracolla) e sono in vendita separatamente le cinture di ricambio in ecopelle e altre sostitutive in metallo argentato o dorato.

Le dimensioni sono: altezza 12.7 cm (5 pollici), lunghezza 21.59 cm (8,5 pollici), profondità 4.44 cm (1,75 pollici). Compatta, ma non minuscola. Ecco tutto quello che c'è entrato comodamente: telefono, chiavi, fazzoletti di carta (riciclata!), chewing gum, specchietto, lucidalabbra con protezione solare, rossetto e sacchetti per la pupù, oltre a carta di credito e contanti nel taschino interno con zip.
 
"At Hipsters for Sisters, our mission is to liberate women from their baggage." La sensazione di non avere niente sulle spalle, che siano manici o tracolle o spallacci, è esilarante. Per chi non riesce a liberarsi dal resto del bagaglio, la "bum bag" può affiancare borsa o zaino: contiene proprio l'essenziale per cui tanto spesso si deve rovistare in accessori capienti. Comoda anche per viaggiare con stile avendo a portata di mano tutto quello che serve.

La qualità del design, dei materiali e della manifattura è proprio evidente a prima vista, e poi nello scoprire e ammirare i tanti dettagli.
Tutto questo ha un valore e quindi anche un prezzo... per questo modello si parte da 145 dollari, ma non mancano le occasioni per risparmi sostanziosi, come quella di cui abbiamo approfittato. Iscrivendosi alla newsletter si riceve un codice per il 20% di sconto sul primo acquisto e si viene poi aggiornati sulle varie promozioni (anche esclusive) e sui nuovi prodotti.  
 
La spedizione internazionale costa 15$ (sono disponibili anche opzioni più veloci ma si paga 55$ o 95$). Il pacchetto ha viaggiato con First-Class Package International Service di USPS ed è stato consegnato dalla postina (con firma) dopo un mese pur essendo arrivato in Italia dopo dieci giorni. Sui tempi degli uffici doganali purtroppo non è facile fare previsioni. 

Nessun commento:

Posta un commento